30 Oct

Sully. Regia di Clint Eastwood, a cura di Mavie Parisi

copertina_numero1_annoV_180

Se siete aero fobici (io lo sono) e andate a vedere Sully nel tentativo di tranquillizzarvi (come ho fatto io), dimenticatelo.
E’ vero che parla di un disastro evitato, è vero che dimostra come un aereo possa planare e tentare di atterrare anche con entrambi i motori in avaria, ma il paio di minuti intercorsi tra la presa di coscienza del problema da parte del comandante e la sua successiva decisione di atterrare sull’Hudson sembrano davvero troppo pochi per guardarli con occhio sereno, sebbene nell’occasione specifica la loro leggerezza sia comunque riuscita a tenere il peso della vita di più di centocinquanta persone.
A ingigantire il senso di smarrimento contribuisce la consapevolezza che si parla di una storia vera, tratta dall’autobiografia ...continua a leggere