Sommario Numero3 AnnoI

Numero 3 - Anno I

Speciale sul cinema italiano contemporaneo
Maggio - Giugno 2013

ISSN 2372-7500

 

numero3_annoI_

Lettera dall'editore

Cari lettori di Luci e Ombre,


 
sono lieto di annunciare la pubblicazione del III numero della nostra rivista online.
Nella prima parte di questo numero troverete tre saggi sul cinema italiano contemporaneo. Il primo: “Bruto vuole vivere. Orrore del carcere e riscatto dell’arte in Cesare deve morire” di Alessandro Marini, tratta del film di Paolo e Vittorio Taviani che ha vinto l’Orso d’oro al Festival di Berlino 2012, riconoscimento che mancava al cinema italiano dal 1991 quando il premio venne vinto da La casa del sorriso di Marco Ferreri.

...continua a leggere

di Antonio C. Vitti

Saggi


Bruto vuole vivere. Orrore del carcere e riscatto dell’arte in Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani, di Alessandro Marini

“Amate Shakespeare”. Con questo scarno ma perentorio invito al pubblico radiofonico di “Hollywood Party” Paolo e Vittorio Taviani hanno concluso una lunga intervista sulla loro ultima opera, meritato Orso d’oro alla Berlinale 2012: Cesare deve morire, un particolarissimo adattamento da un classico del ...continua a leggere

 

La sinistra nell’immaginario cinematografico nazionale, di Christian Uva

Tra impegno ed evasione
I rossi vessilli che campeggiano nelle epiche inquadrature dei garibaldini ne Il Gattopardo. Le bandiere rosse (pur in bianco e nero) che garriscono in Salvatore Giuliano nella sequenza della festa del Primo Maggio, culminante tragicamente con la strage di Portella della Ginestra, o che sventolano, listate a lutto, ai funerali di ...continua a leggere

 

From Cinema Politico to Social Media: Sabina Guzzanti's Draquila: l'Italia che trema, di Marguerite Waller

A new cinema politico
At the Cannes Film Festival in 2010, Sabina Guzzanti’s film Draquila: l’Italia che trema received a standing ovation when it screened out of competition. Italian Culture Minister Sandro Bondi, on the other hand, when he learned that Draquila would be screened, ostentatiously boycotted the Festival. It seems that ...continua a leggere

 

Cinema e letteratura


Agostino e la morte a Venezia dell’innocenza, di Gian Piero Brunetta

Quello che segue è, con qualche variazione, il testo della mia relazione al settimo convegno su Cinema e letteratura convegno che si è tenuto a Padova nell’ottobre 2012 e che aveva sottotitolo dal Testo al film. Luoghi diversi, differenti tempi.
In un primo momento, non avrei voluto affrontare il territorio della trasformazione e variazione testuale dal romanzo al ...continua a leggere

 

Recensioni di film


Passannante, di Sergio Colabona, di Maria Rosaria Vitti-Alexander

Passannante è un film che tratta di un episodio storico, non solo completamente dimenticato, ma soprattutto quasi sconosciuto agli Italiani, avvenuto alla fine del 1800, quando un giovane anarchico di idee mazziniane, Giovanni Passannante, attenta alla vita del re Umberto I di Savoia in visita ufficiale nella città di Napoli. L’aggressore non intende ...continua a leggere

 

Interviste


Madri e mafia ne I cento passi e La siciliana ribelle: intervista a Lucia Sardo, di Veronica Vegna

Felicia Bartolotta Impastato e Giovanna Cannova: due donne molto diverse, ma accomunate da circostanze simili. Entrambe siciliane, entrambe inserite in ambienti mafiosi, entrambe vittime perché soggette al dolore più intenso che una madre possa mai provare: la perdita di un figlio.
Nel caso di Felicia Bartolotta, l’affetto più caro a lei sottratto è Peppino Impastato, ucciso il ...continua a leggere

 

Maestri del passato


Profilo di Giuseppe De Santis: itinerario di un uomo e di un artista, di Rodolfo Di Biasio

Giuseppe De Santis, uno dei maestri storici del nostro cinema, parte da Fondi contadina che tra gli anni trenta e quaranta vide la crescita sincronica di un manipolo di intellettuali destinati ad incidere, variamente, nella cultura italiana e che per questa fortunata circostanza venne definita da Palmiro Togliatti “La Firenze del Lazio”.
Accanto al più anziano Libero De Libero, questo manipolo di ...continua a leggere

 

Sogni nel cassetto: sceneggiature mai realizzate


Portella delle Ginestre: soggetto cinematografico del 1959, di Giuseppe De Santis e Felice Chilnuti

Il dopoguerra ha avuto luogo in Sicilia nell’estate del 1943, quando mancavano ancora quasi due anni alla fine della guerra sul territorio italiano.
Ai primi di luglio, quando sbarcarono gli alleati, il fascismo era ancora al governo; intere province siciliane vennero occupate dagli americani prima del 25 luglio e della caduta legale del ...continua a leggere

 

SPECIALE


Oriana Fallaci: donna-contro, di Emilia Costantini (Corriere della Sera)

ROMA – «Ogni mio libro è un urlo di odio per la morte e un grido di gioia per la vita». Questa è Oriana Fallaci: una combattente che ha sempre coraggiosamente lottato, anche contro il cancro, l’«alieno» come lo chiamava lei. Una donna-dentro, costantemente immersa nella quotidianità frenetica del suo e del nostro tempo; una donna-contro l’ingiustizia, il potere, i soprusi, i pregiudizi e le ipocrisie ...continua a leggere