07 Oct

«L’orgoglio di essere napoletano». Napoli nell’opera di Francesco Rosi, di Jean A. Gili

copertina_numero2_annoIII_180

Nato a Napoli nel 1922, essendo cresciuto e avendo studiato a Napoli, Francesco Rosi non ha mai veramente lasciato la sua città natale, malgrado il suo trasferimento a Roma e se i suoi spostamenti in Italia e all’estero, per le necessità delle sue riprese, l’abbiano apparentemente condotto sotto altri cieli. Essere napoletano è essere condannato a fuggire per non morire, ma è anche – secondo il titolo del romanzo di Raffaele La Capria – essere «ferito a morte» da questa città antropofaga. È così che ...continua a leggere