30 Oct

Intervista a Nadia Kibout, a cura di Fred Kuwornu

copertina_numero1_annoV_180

Nadia Kibout, attrice francese di nascita ma in Italia da anni e con origini algerine e mauritane, formatasi in teatro ma con diverse esperienze significative anche in produzioni per il piccolo e il grande schermo. “Ali velate”, che ha partecipato a qualche festival internazionale e ricevuto una nomination per i David di Donatello, segna il suo debutto anche come regista.
 
Nadia, quando hai deciso di intraprendere il percorso di regista?
Ho deciso di intraprendere il discorso di filmmaker perché in Italia non mi sento abbastanza rappresentata nei cinema e nei teatri, nel mondo dell’arte in generale. Avevo bisogno di esprimere delle cose e dare il mio punto di vista sulla società multietnica. I registi italiani non si rendono conto di ...continua a leggere