07 Oct

(E) / (im) migrazioni. Flussi di coscienza nel cinema di Rosi, di Sebastiano Lucci

copertina_numero2_annoIII_180

Francesco Rosi ha mostrato nei suoi film, il lato oscuro della Storia. Una storia che, di volta in volta, e secondo modalità e tempistiche differenti, travolge, schiaccia e domina i suoi personaggi, testimoni di un tragico mondo che li intrappola con i suoi tentacoli. Le loro storie personali si intrecciano con quelle della Storia ufficiale. Le loro testimonianze sono l’emblema di ingiustizie sociali, e mostrano le contraddizioni, le profonde spaccature sociali che hanno investito (e che tutt’ora investono) l’Italia, un paese da scoprire. Come lo stesso Rosi afferma infatti, “i miei film rappresentano l’Italia della mia esistenza, del mio crescere e del mio maturare come uomo, come cittadino e come narratore. ...continua a leggere