Articoli Sezione: Rubrica di Leonardo Cabrini

22 Dec

The Young Pope e lo scenario mediale contemporaneo, di Leonardo Cabrini

copertina_numero2_annoV_180

Non stupisce il fatto che sia Paolo Sorrentino a fungere da figura esemplare, in Italia, per ribadire il crollo delle barriere tra cinema e serialità televisiva. A differenza di prodotti come Romanzo Criminale o Gomorra, che vedono nel mezzo televisivo potenzialità creative di espansione narrativa, in The Young Pope è l’antica caméra-stylo del regista a funzionare da elemento chiave per la convergenza mediale. Nei primi due esempi, la sequenzialità di differenti media (libro, film, serie) ha caratterizzato un crescendo d’interesse per gli storyworld, che trovano il loro culmine nell’ampia gamma di soluzioni estetiche che la serialità offre. The Young Pope, al contrario, nasce come prodotto televisivo (nella co-produzione internazionale di Sky, Canal + e HBO) di un auteur di cinema che adopera la sala cinematografica (la Mostra del Cinema di Venezia) come ...continua a leggere