Articoli Sezione: Recensioni di libri

18 May

Alessandro Marini: Bertolucci. Il Cinema, La Letteratura. Il Caso “Prima della Rivoluzione”. Edizioni Falsopiano, Alessandria. 2012, di Silvia Boero

copertina_numero1_annoIV_180

Essenziale all’analisi dei rapporti tra cinema e letteratura, ma anche ad una profonda comprensione della fenomenologia bertolucciana, il testo di Alessandro Marini offre un ottimo strumento di approccio critico, storico e metodologico, applicabile all’opera non solo di Bertolucci ma anche di altri nostri maestri.
Già dal titolo sappiamo di trovarci dinanzi ad una situazione eccentrica, inaspettata, solo appena mascherata di consuetudine. Sono anche troppi gli adattamenti cinematici di opere letterarie, soprattutto nel periodo coevo a quello del film preso in esame; e qui, infatti, non si parla semplicemente di un adattamento, seppure magistrale. Siamo davanti ad un caso, etimologicamente inteso come qualcosa che ci cade di fronte, inatteso, imprevedibile. Lucida analisi di costume, storia politica, culturale, sociale ed ...continua a leggere

 

16 Apr

Un racconto, di Mavie Parisi

copertina_numero4_annoIII_180

- Pronto, chi parla?
- Buongiorno, siamo della xxxproduction, con sede a XXX.
- Buongiorno, mi dica, in cosa posso esservi utile?
- Telefoniamo perché uno dei nostri addetti stampa ha ricevuto una chiamata da yyy, il famoso regista, che si è innamorato della storia narrata nel suo ultimo romanzo e ci ha proposto di farne un film. Le telefonavamo per discutere dell’acquisto dei diritti…

Sogni, sogni, sogni.
Non credo che ci sia scrittore al mondo che non covi il desiderio di ricevere una simile telefonata, specialmente quando rileggendo il proprio romanzo ne immagina le scene proiettate sul grande schermo e addirittura comincia a fantasticare su quali attori o attrici possano interpretare i vari ruoli.
Io non l’ho mai ricevuta (non ancora, almeno), ma conosco una persona che questa situazione l’ha vissuta per ben due volte.
Si tratta del mio amico nonché eccellente scrittore Francesco Costa.
Ma lasciamo che sia lui stesso a raccontare.

Il primo e il secondo dei miei sette romanzi, “La volpe a tre  zampe” e “L’imbroglio nel lenzuolo”, sono stati trasposti sul grande schermo. ...continua a leggere

 

16 Apr

A Very Seductive Body Politic, Nicoletta Marini Maio, Mimesis International, 2015 , di Maria Rosaria Vitti-Alexander

copertina_numero4_annoIII_180

A very Seductive Body Politic is an interesting study according to thematic, stylistic and generic lines of the relationship between the world of cinema and Silvio Berlusconi. In the introductory chapter, the author proposes to “map {…} the representations of Berlusconi in cinema as a meaningful way to navigate Berlusconismo” that is from the time of Berlusconi’s entrance in politics to 2011, to that of his resignation.
The book is divided in five chapters an Epilogue and an Appendix. The Final Appendix contains a brief summary of Berlusconi’s political life, his entrance into the political arena in 1994, announced with the well-known discesa in campo (entering the field – terminology used in the world of soccer), broadcasted on his private TV networks. The author continues the narration of the creation of Berlusconi’s first political party Forza Italia in 1994, which later in 2008, with its fusion with the other right wing party, became Il Popolo della Libertà. ...continua a leggere

 

28 Dec

Simona Bondavalli, Fictions of Youth. Pier Paolo Pasolini, Adolescence, Fascisms., di Edward Bowen

copertina_numero3_annoIII_180

Toronto: University of Toronto Press, 2015. 288 pages.

Bondavalli’s book offers a thorough examination of Pasolini’s conceptualizations of youth in his poems, novels, films, and articles spanning his career from the early 1940s until the mid-1970s. Pasolini’s reflections on the ideal qualities of youth and his thoughts on the actions of young Italians played a central role in shaping his literary and cinematic works. Bondavalli asserts that “the discourse of youth was the arena in which the author negotiated, with readers, viewers, institutions, and other intellectuals, his assessment of the substantial changes taking place in the country”. Bondavalli structures her book chronologically, and each of the six chapters focuses on ...continua a leggere

 

07 May

Mosaici. Snaphot of Contemporary Italian Life, di Roberto Borfecchia

copertina_numero1_annoIII_160

MOSAICI. Snapshots of contemporary italian life, è un manuale pensato per gli studenti di Italiano come L2 di livello intermedio-avanzato. Si basa su principi metodologici moderni e innovativi, grazie ai quali lo studente è in grado di comunicare subito con facilità e sicurezza nelle situazioni reali. Particolare rilievo viene dato allo sviluppo delle capacità comunicative, stimolate attraverso attività coinvolgenti e motivanti perché basate sull’autenticità, sull’attualità e sulla varietà delle situazioni. Senza trascurare la riflessione grammaticale, Mosaici è inoltre ricco di informazioni sulla vita e sulla cultura italiana odierna.
Struttura ...continua a leggere

 

10 Dec

The Time of our Lives: Dirty Dancing and Popular Culture – a cura di Yannis Tzioumakis e Siân Lincoln, di Sara Dallavalle

copertina_numero4_annoII_160

«I’ve had the thyme of my life» è il sintomatico gioco di parole con cui si apre questa raccolta di saggi incentrati suun film cult degli anni Ottanta: Dirty Dancing. L’introduzione di Yannis Tzioumakis, senior lecturer in media e communication studies all’università di Liverpool, va diretta al punto, mostrando come «I’ve had the time of my life», celeberrima canzone del film, sia stata riadattata e utilizzata nella campagna pubblicitaria di un bagnoschiuma. L’episodio dimostra banalmente quanto forte sia ancora l’influenza di Dirty Dancing nella cultura popolare, e fornisce il pretesto ideale per la pubblicazione, a venticinque anni dalla sua distribuzione, di un volume monografico su un film da molti considerato di “serie B” ...continua a leggere

 

10 Dec

Recensione sui Baci mai dati e altre storie: il cinema irriverente di Roberta Torre, di Lisa Dolasinski

copertina_numero4_annoII_160

Introduzione
Tano da morire. Un film cult ormai conosciuto in tutto il mondo che ha segnato l’inizio della carriera di Roberta Torre—regista, sceneggiatrice, e oggi, produttrice italiana—e che ha mostrato l’Italia meridionale in un modo nuovo. L’obiettivo della Torre di fare conoscere allo spettatore il Sud nel suo complesso, invece delle solite rappresentazioni stereotipate, ha portato la regista a trascorrere quindici anni infilandosi nella vita di delinquenti, mafiosi, prostitute, parrucchieri, truffatori e molto altro. Sono queste esperienze che hanno permesso alla Torre di esplorare con forza le problematiche specifiche legate ...continua a leggere

 

16 Sep

Rosso Istabul, di Ferzan Özpetek, di Jülide Etem

copertina_numero3_annoII_160

La cosa più importante nella vita è l’amore. Questa è la tesi del regista turco, Ferzan Özpetek che racconta una storia d’amore nel suo primo libro, Rosso Istanbul, pubblicato nel 2013. Özpetek descrive gli amori vissuti, osservati e letti in una maniera che mostra la sua capacità di analisi della vita attraverso l’amore. Nel descrivere l’amore fa uso di una sintassi e di un lessico piuttosto semplici. Attraverso le numerose descrizioni il testo assume l’aspetto di un libro composto da ricordi. In Rosso Istanbul, Özpetek mostra come l’amore sia l’unica cosa che rimane in un mondo dove ...continua a leggere

 

24 Apr

Sardinia on Screen. The Construction of Sardinian Character in Italian Cinema di Urban Maria Bonaria. Rodopi, Amsterdam – New York 2013, di Alessandro Marini

copertina_numero2_annoII_160

Uno degli strumenti più efficaci, nell’analisi comparata dell’opera d’arte, è indubbiamente dato dall’imagologia, disciplina aperta, per sua natura, all’osservazione orizzontale e allo studio relazionale. Nella prospettiva imagologica, si fondono infatti uno sguardo di natura estetica, volto all’interpretazione degli aspetti concettuali, stilistici ed espressivi delle singole opere, e una dimensione antropologica, sociologica e psicologica, che indaga le ...continua a leggere

 

22 Feb

Annali d’Italianistica. Cinema Italiano Contemporaneo, di Maria Rosaria Vitti-Alexander

copertina_numero1_annoII_160

Il presente volume di Annali, dedicato al cinema italiano è suddiviso in sette parti, Criminalità e cinema, Storia e cronaca nel cinema contemporaneo, Innovazioni e classicità nel cinema contemporaneo, Cinema italiano contemporaneo, Corsi e ricorsi nel cinema d’oggi, La rappresentazione del mondo del lavoro, Interviste, con un totale di venti saggi, una sceneggiatura originale e tre interviste. ...continua a leggere

 

22 Feb

Incontri cinematografici e culturali tra due mondi, di Antonio Carlo Vitti (Pesaro, Metauro Edizioni), di Anthony Cristiano

copertina_numero4_annoI_160

Antonio C. Vitti’s latest book comes out once again in an elegant Metauro edition from Pesaro, Italy. It is a voluminous work of close to seven hundred pages, a collection of thirty-one essays and six interviews by a variety of scholars and researchers, namely, Enrico Bernard, Lorenzo Borgotallo, Ben Lawton, Alan R. Perry, Antonio C. Vitti, Gaia Capecchi, Claudio Mazzola, Gian Piero Brunetta ...continua a leggere

 

21 Feb

Roberto Rossellini documentarista. Una cultura della realtà, di Luca Caminati. Roma, Carocci, 2012. pp. 152., di Isabella Magni

copertina_numero2_annoI_180

Questo volume si articola in cinque capitoli preceduti da una prefazione a cura di Marco Bertozzi e seguiti da una postfazione e una filmografia (comprendente tutti e soli i documentari di Rossellini di cui si ha notizia) a cura di Adriano Arpà. Vengono presentati i film documentari del ...continua a leggere