Articoli Sezione: Lettera dall’editore

25 Mar

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 4 – Anno IV

copertina_numero4_annoIV_180

Cari lettrici e lettori di Luci e Ombre


 
Con molto piacere presento il Numero ​4​ - Anno IV (2016) della nostra rivista dedicato interamente a Giuseppe De Santis in occasione del centenario della sua nascita. Nell’ultima parte troverete l’angolo degli studenti italiani delle scuole superiori, i cui interventi sono considerati parte di un nostro progetto realizzato insieme ai docenti italiani per promuovere la conoscenza del cinema italiano tra i giovani e per portare il cinema in tutte le scuole.
Grazie per l’attenzione e buona lettura. ...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 
 

24 Dec

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 3 – Anno IV

copertina_numero3_annoiv_180

Cari lettrici e lettori di Luci e Ombre


 
con molto piacere presento il numero autunnale del 2016  della nostra rivista dedicata a vari autori e film. Nell’ultima parte troverete l’angolo degli studenti. Oltre a quello dedicato agli studenti post laureati abbiamo creato uno spazio anche per gli studenti italiani delle scuole superiori per promuovere la conoscenza del cinema italiano tra i giovani e per portare il cinema in tutte le scuole.
Grazie per l’attenzione e buona lettura
 
Ne “Il documentario italiano degli anni Cinquanta e Sessanta come «oggetto di discorso storico» e «fonte storica». Il caso Basilicata,” Angela Brindisi, analizza la nascita del documentario italiano in seguito alla legge Andreotti del 1947 voluta per la conquista del consenso popolare. ...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 
 

07 Oct

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 2 – Anno IV

copertina_numero2_annoiv_180

Cari lettrici e lettori di Luci e Ombre


 
con molto piacere presento il numero estivo del 2016 della nostra rivista dedicata a vari autori e film. Nell’ultima parte troverete l’angolo degli studenti.
 
Grazie per l’attenzione e buona lettura.
 
Grandi film, cinema e storia

“Roma ore 11” di Giuseppe De Santis: una sinfonia architettonica di Sebastiano Lucci
Il saggio su Roma ore 11 di Sebastiano Lucci oltre a inserire il film di De Santis nelle condizioni e contraddizioni di un paese ferito e martoriato, fa rivivere la sincerita’ dei personaggi nella loro complessa umanità, e attraverso il loro desiderio di andare oltre, per guadagnarsi un futuro migliore. ...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 
 

17 May

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 1 – Anno IV

copertina_numero1_annoIV_180

Care lettrici e lettori di Luci e Ombre


 
con il numero primavera 2016 dedicato ai Grandi Film e a Cinema e Storia si offrono saggi che spaziano su argomenti diversi e su questioni inedite. Nel primo saggio:
Roma come Vienna: L’uccello dalle piume di cristallo di Dario Argento di Carlo Coen
Il saggio affronta la “autorialità” di Argento sotto molteplici punti di vista attraverso un’attenta analisi del primo film del regista che pur conservando la struttura narrativa del giallo mostra la sua autorialità.

...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 
 

16 Apr

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 4 – Anno III

copertina_numero4_annoIII_180

Care lettrici e lettori di Luci e Ombre


 
con il numero inverno-primavera 2015-2016 dedicato ai Grandi Film e ai Maestri del cinema italiano si offrono saggi che spaziano su argomenti diversi e su questioni inedite.
Nel primo saggio: Uccellacci e Uccellini: Il “Miracolo a Roma” di Pasolini, il critico e drammaturgo Enrico Bernard non contento dei recenti interventi su Pasolini a quarant’anni dalla tragica morte e deluso dalle poche novità, e dal tono eccessivamente celebrativo, alla domanda su cosa si sarebbe dovuto fare in concreto per ricordare un “mostro sacro” del Novecento? Per dare una risposta alla domanda ha scelto Uccellacci uccellini, per dimostrare che il film rappresenta il risultato di sinergie e collegamenti che implicano la necessità di rapidi spostamenti su diversi piani sia della multimedialità che storico-letterari e ideologici.

...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 
 

28 Dec

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 3 – Anno III

copertina_numero2_annoIII_180

Cari lettrici e lettori di Luci e Ombre


 
mi fa molto piacere presentarvi il terzo numero del 2015 della nostra rivista dedicata a Pier Paolo Pasolini. Nella prima parte troverete due saggi su come utilizzare il cinema nei corsi di lingua.

Insegnare Pasolini? Narrating, Remembering, and Forgetting Forever-Young Pasolini by Simona Bondavalli
In this essay Bondavalli addresses the important questions on Pasolini’s legacy today. The transmission of knowledge and of critical tools to younger generations was a key concern for Pasolini, who started his professional career as a teacher and believed throughout his life in the emancipatory value of (high) culture, however, already in the 1960s his attempts to speak to and for youth, following eighteenth- and nineteenth-century literary models, had to consider young people’s claims to a voice of their own.

...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 
 

07 Oct

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 2 – Anno III

copertina_numero2_annoIII_180

I saggi raccolti in questo numero speciale dedicato al Maestro Francesco Rosi, nato a Napoli nel 1922 e scomparso inaspet-tatamente nel 2015, offrono un ampio panorama del cinema del regista napoletano e della sua importanza. Lo scopo di questo numero è di far conoscere ai giovani lettori un regista che ha avuto un ruolo importante e unico nel panorama del cinema nazionale italiano. Innanzitutto, perché ha creato un cinema di denuncia sociale che ancora oggi ha una straordinaria vitalità per chiunque voglia ancorare al presente il travagliato passato storico italiano.

...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 
 

07 May

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 1 – Anno III

copertina_numero1_annoIII_160

Cari lettrici e lettori di Luci e Ombre


 
mi fa molto piacere presentarvi il primo numero del 2015 della nostra rivista e sono sicuro che apprezzerete molto la varietà dei temi affrontati. Nella prima parte troverete due saggi su come utilizzare il cinema nei corsi di lingua. Nel primo saggio Sara Mattavelli analizza come utilizzare due commedie contemporanee: Benvenuti al sud e Benvenuti al nord per far capire agli studenti stranieri le differenze culturali italiane. Nel secondo saggio, Patrizia Comello Perry presenta come utilizzare il cinema in corsi di italiano per principianti in un contesto di un “college” urbano dove gli studenti devono completare due semestri di studio di una lingua straniera.

...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 
 

10 Dec

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 4 – Anno II

copertina_numero4_annoII_160

Gentili lettrici e lettori,


 
Sono lieto di annunciarvi che il quarto e ultimo numero del 2014 di Luci e Ombre è pronto per essere acquistato. In questo numero troverete quattro saggi sul cinema contemporaneo e uno sul cinema come ambasciatore di dialogo per la pacificazione mondiale. Gian Piero Brunetta, storico del cinema, nel suo saggio, Cinema e diplomazia universale, analizza il ruolo avuto dal cinema nel riabilitare l’Italia dopo la seconda guerra mondiale e discute approfonditamente il ruolo del cinema come stumento e pensiero utopico per la pacificazione mondiale, iniziativa che in Italia portò alla nascita della Mostra del cinema di Venezia che il critico definisce:

...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 
 

16 Sep

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 3 – Anno II

copertina_numero3_annoII_160

Gentili lettrici e lettori,


 
Sono lieto di annunciarvi che il terzo numero del 2014 di Luci e Ombre è pronto per essere acquistato. Nel perseguire il proposito di trattare sempre argomenti nuovi, senza dimenticare il passato, questo numero affronta molteplici aspetti che riguardano il nuovo documentario italiano, offrendo anche un articolo su Ermanno Olmi e uno sul primo film di Nino Manfredi, insieme a interviste a Giovanna Taviani, Agostino Ferrente e Giovanni Pincigalli, documentaristi che hanno contribuito all’evoluzione del nuovo documentario.

...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 

24 Apr

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 2 – Anno II

copertina_numero2_annoII_160

Cari lettori di Luci e Ombre,


 
sono lieto di annunciare la pubblicazione del II numero del 2014 della nostra rivista online. Nella prima parte di questo numero,

Cinema italiano contemporaneo

, troverete sei saggi su La grande bellezza di Paolo Sorrentino. L’idea di pubblicare una sezione di interventi divisi tra pareri positivi e negativi precede la conquista del premio Oscar da parte del film di Sorrentino, era nata dopo la controversa accoglienza della critica italiana. I saggi scelti olte a concentrarsi sulla vasta cultura letteraria e cinematografica sottostante al film, lo analizzano concentrandosi sul testo stesso e sulle immagini e sui rimandi socio-politici.

...continua a leggere

Antonio C. Vitti

 

22 Feb

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 1 – Anno II

copertina_numero1_annoII_160

Gentili amiche e amici,


 
Sono lieto di annunciarvi che il primo numero del II anno di Luci e Ombre è pronto per essere letto. Nel perseguire il proposito che ha dato vita a questa rivista online, questo numero affronta molteplici aspetti che riguardano gli studi, le curiosità, le nuove tendenze, la diffusione sennonché la semplice passione per la cultura cinematografica italiana. In questo numero nella prima parte troverete tre saggi sul cinema italiano contemporaneo. Il primo saggio dello studioso Giacomo Manzoli, consiste di una nuova ricerca, un work in progress, che riguarda l’analisi delle forme del cinema italiano contemporaneo da una prospettiva socio-pragmatica.

...continua a leggere

di Antonio C. Vitti

 

21 Feb

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 4 – Anno I

copertina_numero4_annoI_160

Cari lettori di Luci e Ombre,


 
per chi avrà la curiosità di leggere il IV numero della nostra rivista online, nella prima parte troverà tre saggi sul cinema politico italiano contemporaneo. Il primo: Intellettuali e politici della seconda repubblica nelle commedie di Paolo Virzì di Maura Bergonzoni, traccia la figura dell’intellettuale di sinistra che si ripresenta nei film del regista toscano presi in esame. Secondo l’autrice, queste determinate caratteristiche attingono dalla cultura gramsciana e probabilmente sono anche influenzate dalla produzione pasoliniana, e confermano un interesse da parte del regista nel definire un ritratto della politica italiana della seconda repubblica e in particolare della sinistra che si è vista investire dall’ondata del fenomeno Silvio Berlusconi e da Forza Italia prima, e poi da Popolo delle Libertà.

...continua a leggere

di Antonio C. Vitti

 

21 Feb

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 3 – Anno I

copertina_numero3_annoI_180

Cari lettori di Luci e Ombre,


 
sono lieto di annunciare la pubblicazione del III numero della nostra rivista online.
Nella prima parte di questo numero troverete tre saggi sul cinema italiano contemporaneo. Il primo: “Bruto vuole vivere. Orrore del carcere e riscatto dell’arte in Cesare deve morire” di Alessandro Marini, tratta del film di Paolo e Vittorio Taviani che ha vinto l’Orso d’oro al Festival di Berlino 2012, riconoscimento che mancava al cinema italiano dal 1991 quando il premio venne vinto da La casa del sorriso di Marco Ferreri.

...continua a leggere

di Antonio C. Vitti

21 Feb

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 2 – Anno I

copertina_numero2_annoI_180

Gentili amiche e amici,


 
Sono lieto di annunciarvi che il secondo numero di Luci e Ombre è pronto per essere acquistato. Nel perseguire il proposito che ha dato vita a questa rivista online questo numero affronta molteplici aspetti che riguardano gli studi, le curiosità, la diffusione sennonché la semplice passione per la cultura cinematografica italiana. Difatti in questo numero troverete saggi sul cinema contemporaneo, un’intervista a un regista contemporaneo, un omaggio a un Maestro del nostro cinema e recensioni.

...continua a leggere

di Antonio C. Vitti

21 Feb

Lettera dall’editore, di Antonio Vitti – Numero 1 – Anno I

copertina_numero1_annoI_180

Vorrei ringraziare tutti i collaboratori e le collaboratrici che hanno partecipato a questo primo numero e in particolare: Diana Parisi, Elisabetta D’Amanda, Guido Chiesa, Gina Piero Brunetta, Enrico Bernard, Romano Luperini, Philip Balma, Claudio Mazzola, Angelo Giannelli Benvenuti, Carla Vezzoso Taviani e Giovanna Taviani che hanno contribuito con gli articoli che potrete trovare in questo numero. Inoltre vorrei ringraziare i gentili lettori e lettrici che si sono abbonati alla nostra rivista. Un grazie va anche ad Antonino Riggio che mi ha aiutato a realizzare un mio vecchio sogno.
Nel prossimo numero spero di poter aggiungere una rubrica su Festival e Rassegne.
  Un cordiale saluto a tutti.

di Antonio C. Vitti