Articoli di Margherita Ganeri

28 Dec

Fare o non fare i nomi? Il dilemma dell’impegno e il Pasolini di Saviano, di Margherita Ganeri

copertina_numero3_annoIII_180

Qualsiasi riflessione sul lascito intellettuale di Pasolini finisce con l’incrociarsi con la questione dell’impegno: indubbiamente la sua figura si è imposta, forse anche in vita, ma soprattutto post mortem, come un’icona dell’engagement, come l’icona forse più rappresentativa della presunta stagione d’oro della militanza politico-culturale, identificata con gli anni Cinquanta-Settanta.
In realtà, la figura pubblica di Pasolini, soprattutto nei decenni successivi al suo omicidio, è stata più mitizzata che compresa: è stata più spesso trasfigurata nell’aura tragico-sacrificale del personaggio che non indagata nel concreto delle specifiche posizioni politico-culturali di volta in volta assunte. A un’analisi ravvicinata, ...continua a leggere

 

24 Apr

La grande bellezza che non c’è, di Margherita Ganeri

copertina_numero2_annoII_160

Il prestigioso riconoscimento ha sollecitato un tripudiante onor di patria, un entusiastico rigoglio di orgoglio tricolore, ma non ha placato le stranezze di una ricezione nazionale controversa, che ha continuato a essere tale, se non è addirittura peggiorata, dopo la vincita dell’agognato ...continua a leggere

 
 
 
 

21 Feb

Pirandello, Serafino e l’aura del cinema, di Margherita Ganeri

copertina_numero4_annoI_160

Quaderni di Serafino Gubbio operatore, sesto romanzo di Luigi Pirandello, riveste una capitale importanza nella storia letteraria del Novecento, non da ultimo anche per l’acuta e pioneristica rappresentazione del cinema. Uscì sulla «Nuova Antologia» tra il giugno e l’agosto del 1915, con il titolo Si gira..., e in volume presso ...continua a leggere